• - E’ SOLO QUESTIONE DI FEELINGS? ALLA FINE LA GIUSTIZIA ARRIVA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019


Zodiac  
Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - E’ SOLO QUESTIONE DI FEELINGS? ALLA FINE LA GIUSTIZIA ARRIVA

Pubblicato da in Renato Bagnoli ·
L’ art. 544 ter del Codice Penale stabilisce che: “Chiunque, per crudeltà o senza necessità, cagiona una lesione ad un animale ovvero lo sottopone a sevizie o a comportamenti o a fatiche o a lavori insopportabili per le sue caratteristiche etologiche è punito con la reclusione da tre mesi a diciotto mesi o con la multa da 5.000 a 30.000 euro ….. La pena è aumentata della metà se dai fatti di cui al primo comma deriva la morte dell’animale”.
 
Nel marzo 2017 sorprendevo una persona che con una carabina ad aria compressa sparava contro alcuni gatti di una colonia felina comunale cagionando la morte di uno di questi.
 
Dopo aver sporto denuncia e a seguito del processo che si è tenuto, la sentenza di quest’oggi lo ha riconosciuto colpevole e condannato.
 
I gatti liberi, indipendentemente che vivano in colonie o meno, sono patrimonio indisponibile dello Stato e per tale motivo sono posti sotto la tutela del Sindaco. Pertanto, per legge sono “gatti del Sindaco”.
 
 
Siccome, per legge, l’animale ucciso era sotto la tutela del Sindaco lo informai del procedimento al fine di una eventuale costituzione di parte civile ma non ricevetti mai nessuna risposta.
 
Il primo cittadino invece lo scorso anno si costituì, giustamente, parte civile nel processo contro i due writer che imbrattarono alcuni muri del centro storico.
 
 


Non intendo commentare la mancata presa di posizione del nostro Sindaco ma mi domando se abbiano più valore alcuni mattoni di tufo imbrattati o la vita di un essere vivente ucciso da un perditempo per passatempo.

Renato Bagnoli
 



Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu