● - SPINE NEL FIANCO O CORTIGIANI? di Renato Bagnoli - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - SPINE NEL FIANCO O CORTIGIANI? di Renato Bagnoli

Pubblicato da in R. Bagnoli ·
Dopo le elezioni amministrative del 2019 il capogruppo dei consiglieri di minoranza pubblicò sul Corriere di Viterbo, in data 26 giugno 2019, un articolo dal titolo che chiariva in modo inequivocabile quale sarebbe stato l’atteggiamento di tutti i consiglieri di minoranza: “Opposizione senza sconti”.
 

 
Esattamente due mesi dopo iniziò da solo, o a firma di tutta l’opposizione, a pubblicare articoli sui quotidiani locali e, senza soluzione di continuità,  tutta una serie di post per criticare le decisioni, le inerzie e le attività degli amministratori locali. Qualsiasi cosa diveniva oggetto di critica.
 
Davvero un’opposizione senza sconti!.
 
Questa attività aveva anche lo scopo di informare, con dovizia di particolari e documenti, tutti coloro che li avevano votati e la cittadinanza che leggeva.
 
Poi tutto questo dinamismo e vivacità politica si interrompono bruscamente a partire dal 31 agosto 2020, dopo ben 9 post pubblicati in 20 gg.
 
Infatti il giorno 30 l’opposizione pubblica il suo ultimo attacco contro la maggioranza.
 

 
Da allora è come dissolta, scomparsa; non pubblica più niente che possa essere fonte di interesse e aggiornamento per i suoi elettori o “tormento” e “preoccupazione” per chi amministra.
 
Era proprio di quei giorni una polemica tra sindaco e capogruppo di opposizione circa il sito di compostaggio del Fontanile delle Donne, l’eolico e il fotovoltaico, dove il primo scaricava tutta la responsabilità sull’ex sindaco Natali e ricordava la questione, spinosa e mai chiarita, della Tuscania Parking.
 

 
 
Proprio per spiegare definitivamente le responsabilità relative alla “Tuscania Parking” il giorno successivo all’ultimo articolo contro la maggioranza venne deliberato, all’unanimità da tutti i consiglieri comunali, “la costituzione di una commissione d’inchiesta”.
 
 

 
A distanza di oltre un anno dalla sua nomina questa commissione non si è ancora riunita e quasi certamente i tuscanesi dovranno aspettare ancora molto prima di poter sapere tutta la verità riguardo il segreto di Pulcinella del “TUSCANIA PARKING GATE”.
 
C’è qualcosa o qualcuno che forse legano il mancato interesse a svolgere una rapida inchiesta chiarificatrice con l’altrettanto lesto cambio di passo dell’opposizione? Che fine ha fatto quell’opposizione che non avrebbe fatto sconti?.
 
Forse ha smesso di essere spina nel fianco per divenire corte?.
 
Probabilmente lo sapremo alle prossime elezioni amministrative!.
 
Visto che il nostro sindaco, nel suo post, ha invitato i due R.B. ad approfondire gli argomenti e a “scrivere la verità dei fatti” dopo un anno di ricerche, nei prossimi giorni, racconterò la “verità delle carte” circa un fatto che è stato attribuito impropriamente dal primo cittadino all’ex sindaco Natali.
 
Renato Bagnoli
 



3 commenti
Luigi Pica
2021-09-19 20:21:21
•Caro Regino, anche io ho votato per te alle ultime elezioni comunali, perché riuscissi a diventare sindaco, purtroppo non hai vinto e il tuo posto è l'opposizione che tu hai fatto bene nei primi tempi, ma non adesso, tanto che, tra le altre cose, non hai difeso un tuo elettore al quale, obiettivo comune ha dato dell'ubriacone. Ci vediamo alla prossima tornata elettorale.
Giuseppe Catalini
2021-09-19 22:44:34
Pare strano che gli attuali consiglieri di maggioranza e della cosiddetta opposizione, ancora oggi si interroghino su vicende che ben conoscono e che sono state oggetto di interessamenti da parte di molti soggetti, tra i quali un Commissario Prefettizio.
Non pare strano che una commissione (composta da chi?) ancora non inizi a fare il suo lavoro di "chiarimento", visto che certe vicende, se fatte conoscere all'opinione pubblica troppo distratta, potrebbero far sorgere non pochi dubbi.
Ripeto ancora una volta che molti tuscanesi hanno votato questa maggioranza e questa opposizione, scegliendo di eleggere a rappresentarli, proprio queste persone.
Scegliere qualcuno e non scegliere altri ha portato alla situazione attuale, pertanto le pur attente annotazioni di Bagnoli, non possono che rilevare la logica evoluzione della politica locale.
Questi sono i soggetti che hanno gestito per decenni Tuscania, quindi chiedere all'oste se il suo vino è buono, o istituire una commissione con l'oste, la cognata, il fratello ed il cuoco, mi pare una presa per i fondelli.
Se ai tuscanesi stanno bene queste cose, che continuino pure a rivotare gli stessi.
Baldo
2021-09-20 13:07:42
Appunto : chi è causa del suo mal pianga se stesso .




Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu