● – DUE ITINERARI NATURALISTICI NEL FINE SETTIMANA CON ANNA RITA PROPERSI, ASPETTANDO IL DCPM - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – DUE ITINERARI NATURALISTICI NEL FINE SETTIMANA CON ANNA RITA PROPERSI, ASPETTANDO IL DCPM

Pubblicato da in Passeggiate Anna Rita ·
Aspettando le nuove disposizioni ministeriali sul fine settimana e sulla possibilità di spostamenti tra comuni, continuiamo ad immaginare e a programmare due itinerari naturalistici di grande bellezza e molto ricchi di storia. Venerdì 15, avuta certezza sulle decisioni ci regoleremo di conseguenza.
 
SABATO 16 GENNAIO - ANTICA CITTÀ DI MONTERANO SEGUENDO IL FIUME MIGNONE.
 


Visitare l’antica città di Monterano è un’emozione unica e camminare in mezzo alla natura selvaggia e varia della Riserva Naturale fino all'antica città lo è ancor di più. Il paese della Tuscia laziale scomparso ed abbandonato a partire dal 1700 a causa della malaria, e poi in maniera definitiva nel 1799 con l’invasione napoleonica, rappresenta un unicum dei trekking e delle passeggiate alla scoperta delle realtà dimenticate.
Partiremo dal parcheggio nei pressi delle Cascate Diosilla, camminando lungo il sentiero che costeggia il torrente Biscione fino alla Zolfatara, una splendida manifestazione di vulcanismo secondario. Si proseguirà camminando su una carrareccia, fino a raggiungere il ponte sul fiume Mignone. Seguiremo il corso del fiume che scorre lento nella valle. Ci sarà un guado da superare e poi attraversando i campi erbosi potremmo ammirare una seconda solfatara molto interessante, spesso occupata da splendide vacche maremmane al pascolo. Dai prati saliremo sul pianoro della città abbandonata attraverso un bellissimo sentiero scavato nella roccia. Arrivati sul pianoro dell'antico abitato potremo ammirare le rovine della Chiesa di San Bonaventura su progetto di massima di Gian Lorenzo Bernini le rovine del Palazzo Altieri e l'imponente acquedotto.
Percorso ad anello di difficoltà media e della durata di circa quattro ore.

INFORMAZIONI: Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Aigae tel 333 4912669: chiamatemi o mandatemi un messaggio whatsapp, o una mail annaritaproperzi@gmail.com o tramite il canale Telegram: https://t.me/lepasseggiatediannarita.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19; Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo i DPI e il rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
APPUNTAMENTO: ore 9.45 al Parcheggio delle Cascate Diosilla; vi sarà inviata la posizione Google al momento dell'iscrizione.
LUNGHEZZA: circa 8 km
DISLIVELLO: 250 metri
DIFFICOLTA': media. - attraversamento del fiume Mignone con guado
D PRANZO: al sacco
COSTO DELL'ESCURSIONE 15€, gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni.
DURATA: 4 ore circa
ABBIGLIAMENTO: scarpe da trekking necessarie, bastoncini da trekking e abiti adatti alla stagione invernale; calzini di ricambio, piccolo asciugamano, buste alte da usare per il guado;
Kit anti-Covid19 (mascherina da indossarsi durante le pause o in caso di necessità, gel sanificante).
 
DOMENICA 17 GENNAIO 2020 - PARCO MARTURANUM TRA NECROPOLI RUPESTRI E FORRE VULCANICHE.


 
Domenica 17 gennaio è in programma un nuovo appuntamento per un’escursione tra natura ed archeologia alla scoperta del Parco Marturanum a Barbarano Romano con la guida turistica ed ambientale escursionistica Anna Rita Properzi.
Secondo gli archeologi, nessuna necropoli etrusca presenta una varietà e ricchezza di tipi sepolcrali come quella di San Giuliano. Molte tombe risalenti all’ VII secolo a.C., sorgono sui fianchi di una rupe tufacea occupata da un insediamento stabile già durante l’età del Bronzo. Ma è durante il VI secolo a.C. che la città di Marturanum conobbe il massimo splendore, favorita dalla posizione naturalmente fortificata sulla via che da Cerveteri conduceva a Orvieto, fino a diventare l’avamposto della potente Tarquinia verso Roma.
Tra le tombe monumentali, troviamo quella della Regina, con la facciata alta dieci metri, mentre la non lontana tomba del Cervo presenta sopra una gradinata laterale una singolare scultura a bassorilievo: rappresenta la lotta tra un cervo e un lupo ed è stata scelta dal parco come logo stilizzato dell’area protetta. Le altre suggestive tombe sono il Tumulo del Caiolo e le tombe cosiddette dei Carri e dei Letti. Poi seguendo il sentiero che scende nel vallone s’incontrano via via le altre, a partire dalle tombe dette Palazzine ed ancora la Tomba Rosi ed il monumentale Tumulo Cima.
Quest’area protetta è caratterizzata da una grande varietà di ambienti naturali tra cui quelli predominanti e tipici delle valli fluviali vulcaniche chiamate forre, scavate nel tufo dai torrenti e quello dei panoramici pianori, in parte ricoperti da boschi di querce e pascoli. Tra i luoghi più ricchi di vita presenti all’interno del Parco Marturanum, troviamo senza dubbio i corsi d’acqua che ospitano una grande quantità di anfibi.
Camminando lungo i sentieri, il visitatore può godere di continue scoperte e sorprese, immerso in una natura selvaggia e spettacolare. Nell’altura di roccia tufacea sorge l’abitato di San Giuliano, con la piccola chiesa medievale omonima, anch’essa in tufo, oltrepassando la quale si giunge ad un punto panoramico affacciato sul sottostante vallone e a poca distanza uno spettacolare bagno di epoca romana. Quasi mille anni di storia nella necropoli etrusca di San Giuliano, un viaggio nel tempo per scoprire questa antichissima civiltà.
A fine escursione una piacevole tappa nel delizioso borgo di Barbarano Romano, per una passeggiata che permetterà di ammirare la sua struttura a spina di pesce con i vicoli e le case medievali in tufo e le caratteristiche scale a profferlo. Alla fine del pianoro tufaceo uno splendido affaccio sul profondo vallone del Biedano con i boschi accesi dai colori autunnali.
INFORMAZIONI E DETTAGLI 333 4912669 Anna Rita Properzi Guida Turistica e Ambientale Escursionistica Iscritta al Registro Italiano Aigae; tramite whatsapp, mail annaritaproperzi@gmail.com o tramite il canale Telegram: https://t.me/lepasseggiatediannarita.
COSTO ESCURSIONE: 15,00 euro a persona; gratuito per i bambini al di sotto dei 12 anni
CARATTERISTICHE PERCORSO: Il percorso di tipo E (escursionistico) è lungo circa 8 Km con un dislivello di circa 150 m ed è adatto a chiunque sia abituato a camminare.
APPUNTAMENTO: domenica 17 gennaio ore 09:45 al momento della prenotazione sarà comunicato il luogo di incontro con posizione google. Fine escursione ore 15.30.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: posti limitati nel rispetto delle norme anticovid19. Al momento della prenotazione verranno fornite tutte le informazioni riguardo i DPI e il rispetto delle norme comportamentali che si dovranno firmare per conoscenza.
PRANZO: al Sacco e almeno 1lt di acqua a testa
ABBIGLIAMENTO: adatto alla stagione invernale, capi comodi, giacca  impermeabile, bastoncini da trekking consigliati, scarpe da trekking obbligatorie, torcia per godere al meglio degli interni delle tombe.
 
Anna Rita Properzi
Guida Turistica abilitata dalla Regione Lazio
Guida Ambientale Escursionistica
Iscritta al Registro Italiano Aigae n. LA390
Lingue straniere: inglese e francese
Tel. 333 4912669; e-mail: annaritaproperzi@gmail.com
 



Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu