● – AVIS TUSCANIA: ASSEMBLEA ANNUALE ORDINARIA DEI SOCI - RELAZIONE DEL PRESIDENTE - Succede a Tuscania - Toscanella - 2021

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● – AVIS TUSCANIA: ASSEMBLEA ANNUALE ORDINARIA DEI SOCI - RELAZIONE DEL PRESIDENTE

Pubblicato da in Blog Toscanella ·

Il 2020 è stato un anno difficile per tutti, in tutto il mondo, segnato pesantemente dal COVID.
 
E' stato difficile anche per la nostra Sezione. Riorganizzare l'attività di donazione nel rispetto delle regole del COVID non è stata cosa semplice con le nostre limitate risorse.
 
Ci ha segnato la scomparsa, nell'arco di pochi mesi, del Consigliere Ernesto Conti e dell'ex Presidente Marco Quarantotti. Due persone ancora giovani, attive e capaci che per noi hanno dedicato molto impegno contribuendo a mantenere l'AVIS Tuscania una delle sezioni più efficienti della Provincia, sempre pronta a rispondere alle contingenze dettate dalle richieste provenienti dai livelli provinciale, regionale e nazionale. Ricordiamo che Marco era anche Consigliere Regionale.
 
Adeguandoci al passo dei tempi, lo scorso anno sono state informatizzate diverse attività.
 
Questo processo, già programmato, è stato forzato e accelerato a causa della pandemia.
 
Innanzitutto la ASL Regione Lazio ha introdotto il programma MAK-System.
 
Per questo motivo ha richiesto a tutte le sezioni locali, denominate in gergo sanitario PRT (Punti di Raccolta Temporanei), di adeguare la propria rete informatica ai parametri minimi necessari a supportare MAK-System.
 
Le sezioni comunali che non sono state in grado di adeguare la propria rete informatica non hanno potuto continuare l'attività di raccolta.
 
Grazie a questo sistema ora ogni donazione viene effettuata in collegamento diretto con il Centro Regionale Sangue (CRS). In tempo reale il CRS sa quanto sangue viene raccolto e di che gruppo. Questa metodologia, estesa a livello nazionale, garantisce una più accurata tracciabilità delle sacche aumentandone la sicurezza nell'utilizzo. Migliora, inoltre, l'efficienza del sistema aumentando virtualmente la vita di una sacca di sangue.
 
Infatti distribuendo immediatamente l'informazione sulla disponibilità del sangue meglio si sfruttano i 42 giorni di utilizzabilità dopo i quali è necessario procedere allo smaltimento. Inoltre, tramite MAK-System, il medico responsabile della donazione ha in tempo reale tutte le informazioni sanitarie su ogni donatore.
 
Altri aspetti dell'implementazione delle IT (Information Technologies) nella gestione della nostra vita associativa sono stati:
 
  • l'utilizzo sistematico di Whatsapp e SMS per qualsiasi comunicazione e, in particolare, per la convocazione alle donazioni;

  • l'archiviazione elettronica, ancora in parallelo con quella cartacea, per tutti i documenti della Sezione. Questi due aspetti, seppur già introdotti in passato, vengono ora utilizzati in maniera sistematica.
 
A livello provinciale le riunioni in presenza sono state sostituite da videoconferenze.
 
Infine, grazie ad un'iniziativa di alcune associazioni di volontari ato di Tuscania, è stato realizzato il portale ARTU (Associazioni in Rete TUscania) disponibile per tutte le associazioni di volontariato che vi volessero aderire.
 
Noi l'abbiamo ritenuta subito una iniziativa importante per la sua utilità ed efficienza. Attraverso il portale ARTU ogni associazione che ha un proprio account può facilmente e tempestivamente dare informazioni ai propri associati e a tutto il pubblico. A Tuscania ci sono oltre quaranta associazioni, ma nessuna è sufficientemente grande per gestire un portale in proprio.
 
Gestire un portale richiede competenze e risorse. Attraverso l'associazione delle associazioni è stato possibile superare la soglia minima critica per avere a disposizione le competenze e risorse necessarie.
 
Per quanto ci riguarda il Consiglio Direttivo ha deciso che da ora in poi il mezzo di comunicazione ufficiale verso i propri associati sarà, appunto, l'account AVIS nel portale ARTU all'indirizzo: https://www.associazioniretetuscania.it/
 
Per iniziativa di alcuni Consiglieri anziani lo scorso anno è stata ripresa, dopo cinque anni di sospensione, la tradizionale assegnazione delle benemerenze agli avisini che si sono contraddistinti per la loro generosità. La consegna delle benemerenze in genere avveniva nel corso di una riunione conviviale che era sempre una bella opportunità per riunirsi e socializzare.
 
Sfortunatamente questa volta il COVID non ce lo ha permesso, speriamo però, di poterci presto incontrare di nuovo tutti insieme.
 
Altro capitolo, purtroppo non edificante, sono stati gli atti di piccolo vandalismo che ha subito la nostra sezione, dalla rottura della bacheca alla rottura del vetro della porta sul retro.
 
Gli atti sono stati segnalati alle autorità e al proposito ci è stato promesso che verranno installati sistemi di monitoraggio con l'obbiettivo di scoraggiare in futuro tali atti.
 
Il prossimo anno ricorreranno i cinquanta anni dalla costruzione dell'edificio dove ha sede la nostra associazione. E' stato, probabilmente, il primo edificio costruito nel post terremoto. Esso, per molti vecchi tuscanesi, rappresenta un segno di rinascita.
 
Era nato come poliambulatorio.
 
Dopo il terremoto, c'era carenza di locali e, per un po' di tempo, c'è stata la necessità di condividere gli spazi tra chi faceva lo stesso mestiere.
 
Mitica, al proposito, è rimasta la memoria del salone 5 lame in cui i barbieri del paese, in un unico locale, servivano ognuno i propri clienti. Per i quattro medici condotti, con un dono dei Lions di Viterbo, fu costruito questo poliambulatorio gestito da Murillo, in cui ogni medico aveva uno studio e la sala d'aspetto era condivisa. L'edificio, ormai, ha necessità di una piccola ristrutturazione. A tal proposito è stata inviata una lettera al Sindaco segnalando la necessità dei lavori, sperando di poter cogliere, tra i tanti bonus che ora sono disponibili per l'edilizia, uno adatto anche a rinfrescare la nostra sezione in modo da poter celebrare il prossimo anno il 50° anniversario con l'edificio in buona forma.
 
Stiamo lavorando per organizzare l'assemblea annuale dei soci nel rispetto delle regole di prevenzione del COVID.
 
Quanto prima diffonderemo le informazioni sul sito ARTU. Dovrà essere eletto il nuovo Consiglio Direttivo che rimarrà in carica per i prossimi quattro anni.
 
I soci che volessero candidarsi devono riempiere un modulo disponibile in segreteria. Date le poche ore di apertura della segreteria suggeriamo a chi volesse candidarsi di segnalarsi tramite Whatsapp sul numero AVIS 3275341215.
 
Si sollecitano, in particolare, i giovani e le donne a presentare candidatura, non rappresentati nell'attuale Consiglio Direttivo.
 
Inoltre, entro il mese di maggio si terranno le votazioni per il rinnovo del Consiglio Provinciale e di quello Regionale.
 
Per i nostri associati che volessero candidarsi valgono le stesse modalità già sopra menzionate.
 
Nel corso del 2020 Tuscania ha fornito 560 sacche (550 di sangue e 10 di plasma) di cui 421 sacche da donatori maschi e 139 da donatrici. Rispetto all'anno precedente sono state ricevute 10 donazioni in più. L'età media dei donatori si è mantenuta sui 40 anni.
 
Nel corso dell'anno passato 2 donatori hanno compiuto 65 anni, uscendo dalle liste, mentre abbiamo registrato l'iscrizione di 30 nuovi donatori. Il numero totale di donatori del 2020 è di 422.
 
La cassa del 2019 si era chiusa con un attivo di 756 €, di cui 318 € liquidi e 438 € sul nostro conto.
 
Le spese complessive sono state di 11511 €, mentre le entrate sono state di 13924 €.
 
Alla fine del 2020 in cassa avevamo 3169 €€, di cui 176 € liquidi e 2993 € sul nostro conto.
 
 
Un caloroso saluto a tutti
 Il presidente Giuseppe De Rossi



Nessun commento

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu