• - TUSCANIA, AUTORIZZATA LA CENTRALE FOTOVOLTAICA A POGGIO DELLA GINESTRA - Succede a Tuscania - Toscanella - 2019

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

• - TUSCANIA, AUTORIZZATA LA CENTRALE FOTOVOLTAICA A POGGIO DELLA GINESTRA

Pubblicato da in Dal Web ·

 
Fonte: LaFune.eu
 
La Regione Lazio lo ha autorizzato. La Soprintendenza si oppone al “fotovoltaico selvaggio”.
 
TUSCANIA – 37 ettari di impianto fotovoltaico. E questo è solo l’inizio. Ne arriveranno altri cinque.
 
La Regione Lazio lo ha autorizzato . Il provvedimento è stato pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Lazio il 10 ottobre. La determinazione regionale è del 27 settembre.
 
A firmare la determina, per conto della regione Lazio, il direttore delle politiche ambientali e del ciclo dei rifiuti Flaminia Tosini.
 
Nella Tuscia sono previsti almeno altri venti impianti fotovoltaici:
 
  • Tuscania, che abbiamo già citato, con 6 impianti,
  • Montalto (9 impianti),
  • Tarquinia (4 impianti),
  • Viterbo (3 impianti),
  • Tessennano (2 impianti),
  • Arlena  (1 impianto).
 
Tali impianti sono stati avversati dalla Soprintendenza diretta da Margherita Eichberg che ha proposto ricorso perché andranno a modificare il la morfologia territoriale ed ambientale di alcuni dei luoghi più caratteristici della Tuscia.
 
Ma le imprese che stanno investendo nel fotovoltaico esercitano una grande pressione per andare avanti con i loro progetti.
 
Da qui la decisione del prefetto Bruno di convocare un tavolo istituzionale per affrontare un tema molto delicato che riguarda il futuro di un intero territorio.
 
Gli interessi in ballo sono molteplici. Le pressioni forti. Vedremo quali saranno gli sviluppi.
Carlo Mancini



4 commenti
Voto medio: 140.0/5
#bastademagogia
2019-10-11 14:06:52
La regione e le ditte appaltatrici, sono d'accordo, inutile fare altri tavoli e inutili demagogie, è troppo tardi.
BelColpo
2019-10-12 13:52:51
A firmare la determina, per conto della regione Lazio, il direttore delle politiche ambientali e del ciclo dei rifiuti Flaminia Tosini. Quindi, spero di sbagliare, stesso ufficio che ha ignorato a suo tempo il Fontanile delle Donne? La popolazione presente e futura di Tuscania ringrazierà in eterno di questo doppio colpo gobbo! I proprietari delle terre che oramai non traevano più guadagni lavorandole, sono gli unici e giustamente beneficiari. Qualcuno poi mi saprebbe dire chi altro ne beneficerà dell'affaregreen? Il territorio? L'imprenditoria locale? L'industria di Tuscania? Il turismo? Poi chi vivrà vedrà quando sarà il momento di rismantellare gli impianti perché superati ops, volevo dire " obsoleti", corrosi dal tempo e inefficienti. Tuscania allora si diverrà una bella " Lochescion" per set di film postnucleari. Avanti tutta!
Baldo
2019-10-12 17:52:59
E con il monnezzaro creato dentro il centro storico quanti ci guadagnano e quanti ci rimettono ?

La solita questione di lochescion : di sfregio della lochescion a forza de mozzichi.

p.s.
perchè noe de tuscania ciavemo una bella cittadina e ce piace ricordare quanto eromo belle e brave noe tuscanese ........ e adesso che ciavemo la lochescion famo le evente che fanno venì le turiste che noe semo orgogliose de la nostra bella cittadina. Punto, punto e virgola, trattino aripunto.
pino
2019-10-12 21:07:43
UN PAESE ABBANDONATO SEVIZIATO E SVENDUTO DALLE POLTRONE
GRAZIE

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu