● - IN CONFARTIGIANATO VITERBO PRESENTA: “FELLINI E SORDI IN TUSCIA” - Succede a Tuscania - Toscanella - 2020

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

● - IN CONFARTIGIANATO VITERBO PRESENTA: “FELLINI E SORDI IN TUSCIA”

Pubblicato da in Blog Toscanella ·
Il 3 Settembre 2020, in Confartigianato di Viterbo il Presidente Stefano Signori insieme a Flavio Verzaro, Mauro Belli, Matteo Franceschini, Paolo Berti e Giuseppe Rescifina hanno presentato l’evento culturale “Fellini e Sordi in Tuscia”.
 
Un viaggio nel passato della belle epoque degli anni ‘70 dove il regista Fellini proietta un’Italia dal sapore genuino e pieno di vitalità.  
 
Gli eventi in itinere vedono la Tuscia ancora una volta protagonista, uno scenario cinematografico ideale che ha sempre popolato il territorio di attori, artisti, poeti e intellettuali e critici d’ Arte come Philippe Daverio che era appassionato anche dell’arte Etrusca.
 
La rassegna “Insolito Fellini..una donna sconosciuta”, inserita negli eventi per le celebrazioni del centenario di Fellini, ospitata dal Consorzio Etruria International nel MUVIS, il museo più grande d’Europa, di Castiglione in Taverina dedicato al vino ed alle scienze agroalimentari, con il sostegno dell’Auser, di CGIL e di altri enti, istituzioni ed organizzazioni, è curata da Paolo Berti per l’associazione Premio Centro e da Matteo Franceschini per l’Auser Tuscia.
 
Ospiterà circa settanta opere dedicate di artisti italiani, dipinti, sculture e video. Omaggio ad Alberto Sordi e al maestro Fellini, al Museo Taruffi a Bagnoregio nella Giornata Nazionale del Veicolo D’epoca, Il Direttore Flavio Verzaro presenta l’evento celebrativo “La strada” con proiezioni di Sigfrid J. Hobel, esposizione di opere pittoriche di maestri per Fellini.
 
A Palazzo dei Papi, un incontro con Vincenzo Ceniti, console del Touring Club e autore del libro “L’altro ieri a Viterbo” edito dalla casa editrice Serena, introdotto dal giornalista Giuseppe Rescifina in cui si incrociano momenti storici relativi alle riprese di film girati a Viterbo e nella Tuscia,” I Vitelloni” e “Il Vigile” con protagonista un eccezionale Alberto Sordi e quelli diretti da Federico Fellini, in particolare “La strada” con Antony Queen e Giulietta Masina, che ha vinto il premio Oscar nel 1957, girato a Bagnoregio.
 
Un Settembre all’insegna del cinema, del buon vino e della magia del passato come sottolinea Stefano Signori, sempre presente nel territorio.                            
 
Valeria Agliolo
 
 




1 commento
Voto medio: 115.0/5
Pino
2020-09-06 14:52:29
Chissà se Fellini e Sordi farebbero oggi un bel film tipo al quartiere gescal ove fu promessa la ristrutturazione o a rio fecciaro passando poi per le strisce ed i marciapiedi inesistenti o sotto le telecamere del centro storico mai installate ?!
Chiedo x un amico forestiero

Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu