Il Fuoco di S. Antonio - Toscanella - S Antonio abate

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il Fuoco di S. Antonio

L’ergotismo, detto anche “Fuoco di S. Antonio“, fu nel Medioevo una delle malattie più temute che mieteva numerose vittime. Si trattava di una intossicazione di origine alimentare provocata dall’ingestione di farine cereali contenenti gli sclerosi della segale cornuta.

La malattia cominciava con un senso di intenso bruciore e provocava nel malato il disseccamento dei tessuti e la cancrena, portando alla perdita degli arti, che talvolta venivano amputati per impedire il diffondersi dell’infezione.

Scomparso l’ergotismo, il “Fuoco di S. Antonio “ indicò l’herpes zoster, un’affezione che colpisce le cellule nervose e si manifesta con fenomeni epidermici localizzati lungo il decorso dei nervi.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu